mercoledì 1 febbraio 2012

Gelo sui monti e nebbia in laguna a Venezia

Terreno troppo nudo per le ciaspole ma troppo ghiacciato per le pedule.
E in più piuttosto polveroso alle quote basse. Il paesaggio di questo 2012 mi spinge più verso il caminetto che alla camminata.
Perchè invece non salire sul campanile di San Marco e sbinocolare col teleobiettivo il lontano profilo delle Dolomiti bellunesi?
Rapido giro in internet per prezzi ed orari e poi col treno da casa al Canal Grande.
Nel sito della Basilica di San Marco c'era tutto tranne l'essenziale: "chiuso per lavori".
E allora in giro per una Venezia sotto la nebbia (poca) e immersa nel freddo (molto).
Comunque certamente più tranquilla del solito.
Lascio qui un link in puro stile Pitura Freska, molto veneziano e senza pretese: Venessia.com mi ha spinto a camminare nella Venezia minore e a cercare qualcosa sui famosi cichétti e bàcari   inventati da questa gente di laguna molto prima dell'after-hour.
Tra Cannaregio e San Marco c'è una distanza non solo fisica: l'interno di una vineria acquattata dietro una finestra e una saletta del Caffè Floriàn.

3 commenti:

  1. Leggi qua alternativa a ciaspole, ramponi etc girovagandoinmontagna.com/forums/index.php?topic=4277.msg72173#msg72173

    RispondiElimina
  2. Grazie della dritta e complimenti per il video. Visto che sta in YouTube lo utilizzo per un post.

    RispondiElimina
  3. Provati seriamente domenica scorsa su in Costalta, ottimi!!! Consigliati

    RispondiElimina