venerdì 1 marzo 2013

Luci dell'alba sul Monte Celva

Dallo spiazzo di vetta verso la Paganella e i monti della Val di Non.
Questo spuntone, alto appena 960 metri, guarda la conca di Trento dall'imbocco della Valsugana ed è un ottimo punto panoramico di facile accesso.
Primi raggi di sole sul Monte Bondone.
Vedi le altre foto in Picasa Web Album.
La sua importanza strategica era ben nota ai comandi militari dell'Impero Austroungarico, che lo inserìrono nell'anello di fortificazioni chiamato Festung Trient, destinato ad assicurare la difesa della città, allora avamposto imperiale vicino al confine. escursioni_invernali
Di queste opere rimangono evidenti tracce lungo tutto il percorso. escursioni_Trento
Scarica traccia GPS da Every Trail.
La cima si trova a strapiombo sulla gola del Fersina ed è raggiungibile in un'oretta di facile sentiero lasciando l'auto al Passo del Cimirlo o addirittura al Forte Roncogno che è posto poco più in alto ed è raggiungibile tramite un breve tratto di stradetta asfaltata.
Altre informazioni sulle fortificazioni e sul percorso si trovano in un post precedente.
Questa volta ci sono salito la mattina presto, quando le cime delle montagne sono toccate dalle prime luci dell'alba e la conca cittadina rimane ancora in ombra.
Il panorama è quasi circolare, solo ad Est la mole della vicina Marzola impedisce la vista. Per il resto parlano le fotografie.

Nessun commento:

Posta un commento