lunedì 21 luglio 2014

Peilstein (Il Sasso)

C'è una lunga dorsale panoramica che si affaccia sulle Maddalene (Nonsberg per i sudtirolesi) a sud e sulle Venoste (Ötztaler Alpen)  a nord.
La lunga e articolata catena montuosa che parte da Lana (periferia meranese) e si spinge dapprima fino alla larga cima dell'Orecchia di Lepre per poi risalire in direzione del Cevedale ha in serbo passeggiate di prima scelta.
Alla vecchia malga dello Schweinsteig (=sentiero dei maiali) si sta svolgendo
la festa popolare che il paese di St. Walburg consacra (c'è anche il prete che
dice messa sull'altareda campo) all'avvenuta monticazione (le vacche sono
già da una settimana alla soprastante Marschnellalm.
Vedi le altre foto in Picasa Web Album.
E' costellata da cime facili e remunerative, con dei bei percorsi che si snodano in quota. Il Sasso, questo il nome affibbiatogli da Ettore Tolomei, si trova sulla verticale del capoluogo e del grande lago artificiale, lo Zoggler Stausee/Lago di Zoccolo.
Lasciata l'auto ai masi di Riem (m 1.690) e vinti i 300 metri che separano dalla Schweinsteig (m 2.109), il resto del percorso si svolge su facili sentieri che prendono piacevolmente quota e consentono
Scarica la traccia GPS.
giri ad anello come quello di oggi, che al ritorno passa dal piacevole posto di ristoro della Riemergergalm (m 2.049).

Quote e dislivelli:
Quota di partenza/arrivo: m 1.690
Quota massima raggiunta: m 2.541
Dislivello assoluto: m 851
Dislivello cumulativo in salita: m 911
Dislivello cumulativo in discesa: m 937
Lunghezza con altitudini: km 12,3
Tempo totale netto: ore 4:30 AR
Difficoltà: E

Descrizione del percorso:
Dal parcheggio (m 1.690) si imbocca
il sentiero AVS 10A che all'inizio segue una forestale. A quota
1.810 circa la abbandona, diventa AVS 10 e rimonta dapprima il bosco e poi il ripido pendio erboso che porta alla malga Schweinsteig (m 2.109). Per evidente sentiero si risale fino alla sovrastante Marschnellalm (m 2.112). Il sentiero AVS 10 prosegue sulla destra prendendo quota lungo il versante occidentale del Peilstein. Alla selletta situata poco sotto la vetta (segnaletica) si prende a destra e dopo qualche minuto si giunge in vetta (m 2.542). La croce è spostata verso la Val d'Ultimo, per essere visibile dal paese. Il ritorno avviene ridiscendendo fino all'altezza della Marschnellalm (m 2.212) da dove si prosegue in quota lungo l'AVS 4B che poi cala sulla Riemerbergalm (m 2.049). Da qui si segue la forestale che scende ai masi di Riem l'AVS e al parcheggio. Seguendo i segni rosso-bianchi dell'AVS 4 e aiutandosi con una cartina o col GPS è possibile abbreviare il rientro saltando qualche tornante.

Come arrivare:
Si risale la Ultental/Val d'Ultimo fino a St. Walburg/Santa Valburga. Dal paese si prende a destra la stradina asfaltata curando di seguire le indicazioni per i masi di Riem. Al termine dell'asfalto si trova il parcheggio (m 1.712 secondo la cartografia Tappeiner, che evidentemente adotta la quota IGM del vicino maso Simian. Il GPS si assesta su una quota di m 1.690 al parcheggio).

Nessun commento:

Posta un commento