giovedì 23 gennaio 2020

C'era una volta la funivia della Val Manara

Collegava Zambana vecchia a Fai della Paganella e da lì proseguiva con altre due ulteriori tratte fino a quota 1900, al "Dosso Larici".
funivia val manara
La stazione a valle era collegata a Trento con un servizio di corriera che utilizzava la rota-
bile in destra Adige, oggi abbandonata e invasa dalla vegetazione.
Nel 1925 la costruzione del tratto Zambana-Passo Santel era terminata e venne inaugurato in pompa magna.
Era dotato di due cabine da 14 persone e aveva una portata massima di 56 persone all'ora. Il percorso era compiuto in 12 minuti.
Per l'inaugurazione venne scomodato addirittura il generale Umberto Nobile, già in procinto di partire per la sua trasvolata polare a bordo del dirigibile "Norge".
👉La seconda tratta del collegamento, che da Passo Santel saliva fino a quota 1.900 sulle pendici della Paganella, fu ultimata solo nel 1929 ed era suddivisa in due tronchi con una stazione intermedia in località "Rocca" a 1.450 metri di quota.
👉Rimase in servizio fino al 1955, quando una disastrosa frana che distrusse l'abitato di Zambana vecchia pose anche fine alla vita della funivia della Val Manara.
Un nuovo e moderno impianto Zambana-Paganella venne realizzato nel 1957: la c.d. "direttissima della Paganella".
funivia val manara
La funivia della Val Manara in una rara immagine trovata nel Web. Venne sostituita dalla "direttissima della Paganella" nel 1957, dopo che la frana del 1955 ebbe posto fine all'abitato di Zambana vecchia e anche, come "effetto collaterale", alla vecchia funivia. Il secondo tronco Passo Santel-Dosso Larici rimase invece in funzione come seggiovia fino agli anni Settanta del Novecento.
funivia val manara
Zambana vecchia e la funivia della Val Manara in una foto d'epoca (foto dal blog "ilMulo.it").
funivia zambana
Tabella degli orari della funivia della Val Manara, comprensivi del collegamento con Trento città.

Nessun commento:

Posta un commento