domenica 18 settembre 2011

Partigiani a Costabrunella

costabrunella
La targa commerorativa.
Non sono in molti a saperlo ma il piccolo lago di Costabrunella, in Val Malene, fu testimone di un importante episodio della Resistenza in Trentino.
In questa piccola valle alpina dell'altipiano del Tesino, il 14 settembre 1944, un rastrellamento nazista intercettò i partigiani del Battaglione Gherlenda che avevano fatto base nell'edificio di servizio del bacino idroelettrico.
Nello scontro, che impegnò 73 partigiani e 300 militari tedeschi, trovò la morte anche il comandande "Fumo".
costabrunella
Il Presidente dell'Anpi di Trento Sandro Schmid, la staffetta parti-
Lidia Menapace e il partigiano "Prua" del Btg. Gherlenda.
Lo scorso 3 settembre finalmente è stata posta una targa commemorativa, che veramente mancava e che estende il ricordo a tutti i caduti della Resistenza in Tesino. La cerimonia è stata voluta dalle sezioni Anpi di Trento, Belluno, Feltre e Bolzano con il patrocinio dell'Anpi Nazionale e della Presidenza del Consiglio Provinciale del Trentino.
Le vicende del Battaglione Gherlenda sono state ricostruite in un bel lavoro di Giuseppe Sittoni ("Uomini e fatti del Gherlenda", edizioni Croxarie e Mosaico, Strigno, 2005). Il libro attualmente risulta di non agevole reperimento nelle librerie ma è scaricabile gratis dal Web.
Voglio inoltre segnalare che il post di Terre Alte "Fumo a Costabrunella" riporta le notizie essenziali sul Gherlenda.

2 commenti:

  1. grazie Cipputi: non c'ero e mi e' dispiaciuto non esserci.

    RispondiElimina
  2. Neppure io c'ero, ma c'era "il Gigi" e va bene così.

    RispondiElimina