lunedì 31 marzo 2014

Fuga sul Kenia

Nei paesi anglosassoni il resoconto dell'avventurosa scalata della Point Lenana (Punta Lenana, terza cima del massiccio del Mount Kenya), è un libro di culto, innanzitutto fra gli alpinisti.
La prima edizione in lingua italiana è del 1947 (Ed. L'eroica) e si intitolava
"Fuga sul Kenia". Fu riedito prima nel 1967 e successivamente nel 1991
dal Centro di Documentazione Alpina di Torino che poi lo ristampò
anche nel 2001. Nel 2012 arriva l'edizione di Corbaccio, sempre con lo
stesso titolo. A toglierlo dall'oblio italiano è arrivato oggi "Point Lenana"
che non è una semplice riscrittura del libro di Benuzzi ma piuttosto quello
che in inglese si definisce companion, come quei libri che danno al lettore
curioso gli strumenti per cogliere tutti quei riferimenti che nell'originale
sono dati per scontati, e che quindi vengono solo accennati
o addirittura sottointesi.
L'improbabile impresa fu posta in atto da tre prigionieri di guerra italiani che fuggirono da un campo di prigionia inglese e vi fecero ritorno 17 giorni dopo, a impresa compiuta, suscitando l'ammirata considerazione del chief britannico.
L'edizione inglese fu scritta da Felice Benuzzi durante il resto della prigionia e fu la prima ad uscire, nel 1946 (1953 secondo Wikipedia), con il titolo "No Picnic on Mount Kenya".
All'estero l'avventura dei tre italiani divenne rapidamente un libro di culto e conobbe ben 25 diverse edizioni in lingua straniera.
In Italia, viceversa, nonostante le numerosi edizioni, la diffusione rimase sempre limitata ad una cerchia di amatori del genere.

Nessun commento:

Posta un commento