venerdì 27 febbraio 2015

Un museo virtuale per Mario Rigoni Stern

Una bussola per orientarsi fra i luoghi e i racconti del sergente nella neve.
C'è un nuovo sito, molto ben fatto, dedicato ai luoghi e agli itinerari dello scrittore
Mario Rigoni Stern, il mio preferito assieme a Primo Levi e a Nuto Revelli. L'autore
(devo dire "web designer"?) è Mario Frigo, il giornalista del Gazzettino che ha
scritto il libro “Caro Zaia, vorrei essere leghista ma proprio non ci riesco”. A pro-
posito: a quando un sio dedicato ai luoghi di Emilio Lussu?
Compilare la cronaca di una salita è una cosa, scrivere di montagna un'altra, tanto è vero che i libri di montagna si contano a migliaia ma gli scrittori di montagna si contano su una mano. Lo stesso si potrebbe dire per i siti web, specialmente quelli finanziati con soldi pubblici. Per questo le eccezioni vanno segnalate.
Il sito, finanziato con fondi pubblici una volta tanto ben spesi, colma un vuoto: quante volte abbiamo cercato di immaginarci questa o quella malga, questa o quella contrada descritta da Mario?

Nessun commento:

Posta un commento