giovedì 9 giugno 2016

Il Meraner Wurst e le sue origini

Il fin troppo celebrato Meraner-Wurst (in breve Meraner) è arrivato qui da Vienna, dov'era stato creato da un certo Lahner, un intraprendente macellaio emigrato da Francoforte nei tempi perigliosi della rivoluzione industriale.
Meraner Wurst Würstel
In basso a destra le dimensioni del Meraner a confronto con quelle del Frankfurter
che è decisamente più corto e anche più sottile. Il Meraner, leggermente affumica-
to, si distingue anche per la grana più grossolana.
A differenza dei macellai di Francoforte, quelli viennesi erano autorizzati a utilizzare una miscela di carni bovine e suine.
A Vienna Lahner mischiò il maiale col manzo e aumentò inoltre la lunghezza ad una spanna circa, cioè l'allungò.
Era nato il Wiener Wurst, che conquistò rapidamente tutto l'impero austro-ungarico, arrivando, intorno al 1870 e quindi in coincidenza con la presenza della regina Sissi, fino a Merano.
Meraner Wurst Würstel
Anche a causa della leggera affumicatura, è' il compagno ideale dei crauti.
E fu dunque qui, nell'antica capitale del Burgraviato ormai divenuta rinomato centro turistico internazionale frequentato dalle teste coronate e dall'alta borghesia di fine-inizio secolo, che in modi e tempi ancora da indagare, prese piede il termine "Meraner Wurst".
Il "Meraner" come più amichevolmente viene anche chiamato, è un Würstel lungo e sottile, misto suino-bovino come il Wiener, ma leggermente affumicato e con grana più grossa e visibile.
Stando ai cultori, si distinguerebbe anche per un "taste" croccante che lo renderebbe unico, e destinato a fare scuola.

Nessun commento:

Posta un commento