martedì 19 settembre 2017

Fasoi en bronzon (da barattolo)

Fagioli borlotti, pancetta e cipolle. Bolliti e poi ancora ribolliti, ma sempre a fuoco lento. Oggi si direbbe "comfort food", qualcosa di adatto alle alle serate fresche e alle giornate d'inverno.
fasoi en bronzon
Li mangio da soli perchè secondo me sono un piatto autosufficiente... e del resto
anche Milo, la new-entry di casa, sembra pensarla allo stesso modo...
E' veramente tempo perso cercare di trovare i fasoi en bronzon  nei resort, nelle spa e nei finti "rifugi" di Dolomiti Unesco.
Inutile perchè questo è un mangiare saldamente radicato nelle abitudini di vita e nelle tradizioni dei contadini di montagna, ed è quindi di fatto incompatibile col trend&brand attuale.
fasoi en bronzon
I borlotti secchi vanno innanzitutto fatti rinvenire lasciandoli per una notte in acqua:
devono essere poi lasciati bollire per una mezz'ora abbondante. Questo è il loro
aspetto una volta scolati e lavati in acqua corrente. Pronti per il bronzòn, la pentola
pesante adatta alla cottura lenta.
Veniva preparato con le scorte della stagione precedente, quelle riserve alimentari che permettevano di arrivare all'estate successiva, e per prepararlo occorrevano tempi lunghi, ore e ore, a conti fatti.
Bisognava pensarci, ed organizzarsi, fin dalla sera prima: i fagioli secchi andavano messi in ammollo per una notte intera.
Oggi, che ci li troviamo belli pronti e lessati in barattolo,è tutto più facile. 
fasoi en bronzon
I fagioli scolati vanno semplicemente aggiunti al soffritto e agli aromi. 
Bastafar soffriggere soffriggere in olio la cipolla e la pancetta, in parti uguali (diciamo 150+150 grammi su mezzo chilo di fagioli secchi), poi si può passare direttamente (dalla stessa padella) alla cottura vera e propria: bisognava infatti provvedere ai sapori, cioè ad insaporire e aromatizzare.
Io aggiungo anche un mezzo bicchiere di vino e un'altro mezzo d'acqua, più un dado da brodo, e condisco con pepe, due spicchi d'aglio, 4 o 5 foglie di alloro e un cucchiaio di concentrato di pomodoro.
Spolverando con peperoncino rosso a piacere i fasoi en bronzòn prendono quel fondo piccante che fa la differenza.
Dopodichè basta aspettare una mezz'oretta per cuocere a fuoco basso, e non serve altro...
fasoi en bronzon
Mezz'oretta di cottura finale a fuoco basso con qualche rimescolata, e sono pronti per la tavola. Buoni anche da freddi.


Nessun commento:

Posta un commento