domenica 3 giugno 2012

Un rifugio nel Golfo del Quarnaro (ma vah?)

L'unico rifugio alpino dell'arcipelago quarnerino è il Planinarska Kuća Sv. Gaudent (Rifugio Alpino San Gaudenzio) sul Monte Ossero-Osoršćica, la principale elevazione dell'isola di Cherso-Lussino (Cres- Lošinj).
E' ricavato da un ex osservatorio militare della marina italiana (dalla prima alla seconda guerra mondiale l'isola faceva parte del Regno d'Italia, a differenza della dirimpettaia Veglia-Krk che apparteneva al Regno di Jugoslavija). Si trova a 274 metri di quota lungo la dorsale del monte Ossero il cui punto più elevato si chiama cima Televrin (m 588). Gli altri due punti più elevati sono il Kalek (m 451) e lo Sv. Mikula (m 558).

● Il rifugio è gestito dalla sezione locale del club alpino croato. Dispone di una diecina di posti letto su tavolato con materassi e coperte. Si raggiunge da Ossero-Osor partendo dal campeggio presso il ponte sul canale. Fino al rifugio sono 274 metri di dislivello. Il sentiero è tracciato nella macchia mediterranea ed è piuttosto lungo. Luce, aria, aromi e colori decisamente meridionali ci accompagnano mentre la vista s'allarga all'intero arcipelago. Dal rifugio in un'altra ora si sale a Cima Televrin (m 588).
● Il percorso classico è ad anello da Osor al rifugio e alla cima Televrin con successiva discesa a  Neresine-Nerezine e rientro ad Osor lungo la strada (due o tre chilometri di asfalto).
● Da queste parti i sentieri sono ben segnalati ma è bene sapere che sono "da capre" cioè con fondo pessimo, irto di pietre carsiche aguzze e taglienti. Meta da evitare in piena estate sia per il caldo che per l'affollamento. Ideale fuori stagione. Telefonando al gestore Zdravko Rotim (chiamandolo "Valentino" capirà che siete italiani) con uno o due giorni d'anticipo è possibile usufruirne anche fuori stagione o di lunedì (giornata di chiusura). La cucina è tradizionale (nell'angolo del barbecue c'è anche la peka dalmata).
● Un punto di riferimento visibile da lontano è il traliccio radio posto 20 minuti a sud di cima Televrin lungo il percorso ad anello che scende al paese di Nerezine. Questo traliccio è ora collegato al rifugio da una pessima strada bianca di servizio: può essere usata in alternativa al sentiero che è però molto più suggestivo e panoramico. escursioni_estive

Nessun commento:

Posta un commento