martedì 9 luglio 2013

Sul Monte Altissimo di Nago

Estrema propaggine settentrionale della catena del Monte Baldo, l'Altissimo è il dirimpettaio del Monte Stivo e una facile meta che si raggiunge su strada bianca. escursioni_estive
L'ampia vetta erbosa coperta dalle nuvole.
La vetta erbosa e pianeggiante non presenta pericoli di sorta ed offre un panorama circolare davvero im-portante (quando non ci sono le nuvole).
Fra i prati della vetta pianeggiante c'è il rifugio "Damiano Chiesa", dotato di un bel locale invernale con i letti a castello.
Pastori sulla vetta del Monte Altissimo.
Vedi le altre foto in Picasa Web Album.
Già, perchè ci si può arrivare senza problemi anche d'inverno, sempre partendo dal "rifugio" Graziani alla Bocca di Creer, che si raggiunge su strada asfaltata proveniente da Brentonico.
Noi siamo partiti ed arrivati immersi nella nebbia di questo inizio d'estate così umidiccio.
Qualche breve e parziale schiarita ci permette di fotografare solo il rifugio, ma non il Lago di Garda e tantomeno i monti che pure si indo-vinano dietro la coltre lattiginosa.
Piccolo spuntino per tirarla in lungo, sperando in una schiarita.
Scarica traccia GPS da Every Trail.
Alla fine, rassegnati, scendiamo con ampio giro tra i prati dalla parte di Malga Campo.

Come arrivare: da Rovereto si sa-le a Brentonico e si prosegue, sem-pre su strada asfaltata, per San Va-lentino proseguendo dritti fino al ri-fugio Graziani che si trova alla base del monte alla Bocca del Creer (m 1.620  - parcheggio). La strada bianca che inizia da qui ci accom-pagnerà fino al rifugio "Damiano Chiesa" (m 2.060). Il cippo di vetta è nei pressi, a 2.079 metri.

Nessun commento:

Posta un commento