lunedì 13 gennaio 2014

All'antico maso Kofler zwischen den Wänden

Il maso Kofler completa il nome con zwischen den Wänden, cioè "fra le pareti" (rocciose), un'allusione alla sua posizione, al tempo stesso protetta e difficile da raggiungere. escursioni_estive
E' stato uno dei masi di montagna più isolati del Sudtirolo. L'edificio originario è
ancora ottimamente conservato, come si vede nella foto, anche se nel 1995 è
stato raggiunto da una strada che ora serve anche i turisti che affollano l'agritur.
Nascosto alla vista, si trova in posizione esposta e difficile da raggiungere, su un pendio assai ripido tra Ahornach/Acereto e Rein in Taufers/Riva di Tures.
Il maso è abbarbicato ai suoi ripidissimi prati falciabili e schiacciato tra due pa-
reti rocciose, una sopra, l'altra sotto. Le generazioni che l'hanno salvato dal de-
finitivo abbandono non sono certo composte da bamboccioni (agosto 2013).
Vedi le altre foto in Picasa Web Album.
E' arroccato a quota a 1.530 metri, a precipizio sulla stretta Reintal/Val di Riva, lungo il sentiero che un tempo collegava il paesino di Ahornach con Rein in Taufers e che oggi è diventato una "alta via" turistica, la "Durreck Höhenweg".
A quanto risulta il maso fu ricostruito nel sedicesimo secolo (la sua origine sarebbe dunque più antica); ha mantenuto parte del suo aspetto originale anche oggi, dopo che l'isolamento estremo è stato vinto da una strada di servizio che si aggiunge a radio, televisione, telefono e internet nell'abbattere le distanze, sconfiggere l'isolamento e rendere meno bui e più brevi i gli otto mesi invernali.
Scarica la traccia GPS da Every Trail.
Trasformato in affittacamere-agritur-Fremdezimmer nel 1995, si può raggiungere anche a piedi con un sentiero di circa un'ora e mezzo che sale dalla fondovalle ed è marcato col numero 5. Sottoposto a regolare manutenzione, fa dimenticare la traccia stretta e pericolosa che tanto impressionò Alto Gorfer quando nel 1972 vi si recò col prete del paese (giungendo però da Ahornach/Acereto) per documentarsi sulla vita degli ultimi contadini di montagna, un'esperienza poi inclusa nel libro che chiamò "Gli eredi della solitudine".
Nel web non mancano i riferimenti al maso Kofler, che viene frequentemente inserito all'interno di escursioni più lunghe, come questa, o quest'altra.
Ma con Gigi preferiamo salire a piedi partendo dalla
curva in località Tobl.  Il sentiero taglia
nel bosco. E' ripido ma non difficile e nemmeno esposto; la situazione sul terreno richiede una certa attenzione all'orientamento perchè le varianti che salgono dal fondovalle sono numerose e stratificate nel tempo, la segnaletica abbonda ma non è sempre chiara nè ben posizionata. Non ci si può perdere ma si rischia di allungare la strada prendendo per sbaglio un sentiero diverso.
Il consiglio è di scegliere per la salita il più ripido, ma ben tracciato e suggestivo, sentiero nr. 5 (la traccia GPS della nostra esplorazione lo percorre invece in discesa). Il più largo ma meno impegnativo percorso marcato 6A e 6B lo riserverei invece al ritorno, magari allungando un po' fino al centro di Acereto. Insomma, proprio il contrario di quello che abbiamo fatto noi, soliti furbi (al mattino avevamo anche tentato di individuare l'altro sentiero storico che saliva direttamente al Kofler da quota 1.306 (il Muhlweg), ma che è stato cancellato da una serie di grossi sbancamenti visibili distintamente anche in Google Earth, un vero
peccato).

Quote e dislivelli:
Quota di partenza/arrivo: m 1.110 (parcheggio)
Quota massima raggiunta: m 1.560 (sopra maso Zulechen)
Dislivello assoluto: m 450
Dislivello cumulativo in salita: m 551
Dislivello cumulativo in discesa: m 525
Lunghezza con altitudini: 7 km
Tempo totale netto: 2:30 ore AR
Difficoltà: E

Descrizione del percorso:
Dal parcheggio si torna indietro di 100 metri fino alla curva da dove, a fianco di una casa, inizia il sentiero AVS 5, che è quello più diretto e che incrocia l'antico Kobelweg nella parte alta. Inalternativa seguire, come all'incirca abbiamo fatto noi, il sentiero AVS 6B/6A che sale al maso Zulechen e poi ricalca il vecchio sentiero Kirchweg (oggi sepolto sotto la strada del 1995).

Come arrivare:
Dalla Val Pusteria si punta sulla Val Aurina. Giunti a Sand in Taufers/Campo Tures si gira a destra, imboccando la Rain Tal/Val di Riva. Arrivati alla deviazione per Ahornach/Acereto si prosegue per 100 metri in salita fino all'ampio parcheggio al margine della curva sinistrorsa.

Nessun commento:

Posta un commento