venerdì 17 febbraio 2017

Bivacco Vignolet, nel Baldo trentino

Questo bivacco è interamente di sasso, dalle fondamenta alle lastre del tetto. La vecchia Casera Vignola è stata riconvertita a bivacco ma non ha perso la sua identità.
bivacco vignolet
Il bivacco Vignolet (ex-Casera Vignola) si trova a 1.360 metri sul versante meridio-
nale del Monte Vignola, sull'altopiano di Brentonico. Siamo nella parte trentina del-
la catena del Baldo, ma lo stile dell'architettura rurale è tutta veronese. Si raggiunge
agevolmente dall'altopiano di Brentonico, come descritto in questo post.
Il posto è suggestivo (in mezzo a un prato che strapiomba sulla valle del-l'Adige, proprio sulla verticale del castello di Avio) e anche piuttosto curioso perchè la costruzione è in-teramente in pietra, cosa che fra le montagne del Trentino è decisa-mente inconsueta.
Sembra di essere fra le praterie dei Monti Lessini, che in effetti sono a un tiro di schioppo, dall'altra parte della valle, ugualmente pianeggian-ti, erbosi e carsici, dominati da va-ste distese di pascoli punteggiate da qualche rado ciuffo di faggi.
Il legname da costruzione scarseg-
bivacco vignolet
Il posto si presta bene alle bivaccate estive. Per la legna, direi che ci si può portare
dietro uno o due sacchetti di carbonella, che è piuttosto leggera e non darà noia du-
rante la (breve, circa 1:30 ore) marcia di avvicinamento dal parcheggio della Polsa.
gia e costruire in pietra fa parte della cultura materiale delle prealpi veronesi.
L'edificio è diviso in due: nel corpo superiore, dotato di ingresso sepa-rato, c'è il dormitorio. Sono sei posti letto su tre letti a castello. I mate-rassi non ci sono, ma il contatto di-retto con le reti è evitato da sottili materassini di gomma-piuma piut-tosto dura.
Il corpo inferiore, la cui porta a vetri si affaccia sullo spiazzo esterno, si compone di un andito (dotato di stufa a legna, cucina a gas e lavello con rubinetto) e di un altro locale, più interno, con tavolo, panche e caminetto, con funzione di saletta da pranzo.
Lo spiazzo esterno, poi, è dotato di tavolo con panche, lavello in pietra con rubinetto e anche di un bel barbecue in pietra. Il bivacco è allacciato alla rete idrica dell'acquedotto, ma d'inverno la fornitura viene chiusa. La legna scarseggia e per procurarsene di nuova bisogna spingersi fino al vicino bosco ceduo.

1 commento: