mercoledì 2 gennaio 2013

Il Vinschger Paarl, pane nero a forma di 8

E' originario della Val Venosta ma preparato in tutto il Sudtirolo. E' composto da
una miscela di farine di segale e di frumento tipo zero. La segale era il cereale
più diffuso in Val Venosta perchè resiste bene al freddo e all'aridità, cosa che
spiega perchè la media e alta valle fossero considerate il granaio del Tirolo.
Si sa, i sudtirolesi sono degli artisti della panifi-cazione e certe vetrine natalizie sono delle vere "boutique del pane".
Questo pane nero si presenta come una coppia di pagnotte di forma rotonda e appiattita (diametro dai 10 ai 30 cm e spessore di 2-3 cm).
Ha crosta marrone, mollica soffice e brunita, sapore intenso e speziato, soprattutto di semi di finocchio, ma anche cumino. Non è dunque un pane a lunga conservazione, come il classico Schüttelbrot, ma di pronto consumo.
L'Abbazia di Monte Maria (foto Wikipedia) presso Malles Venosta.
La sua variante Ur-Paarl nach Klosterart,
che significa più o meno "l'origina-rio pane di segale doppio alla maniera del convento”, è la variante più antica del Vinschger Paarl.
I depositari della formula madre sono stati i frati benedettini del'Abbazia di Monte Maria che sta sopra Burgusio, nel comune di Malles.
La riscoperta dell’Ur-Paarl si deve al l’ultimo frate fornaio, frate Alois Zöschg, e a un gruppo di panificatori dell’alta Val Venosta, che oggi confezionano questi pani.

Nessun commento:

Posta un commento