martedì 11 giugno 2013

Marlinger Waalweg (Tel-Marlengo)

Questa passeggiata lungo il primo tratto del Marlinger Waalweg inizia a Tell-Töl e termina alla stazione ferroviaria di Marlengo-Marling.
Marlinger Waalweg
Nel sito www.sentieridautore.it c'è una scheda molto ricca di informazioni
generali sui Waale sudtirolesi  e notizie specifiche sul Waal di Marlengo.
E' un percorso facile e panoramico che si svolge in piano, sempre a fianco del canale d'acqua (il Waal, appunto). Lo si abbandona solo al momento di scendere alla stazione ferroviaria prendendo un sentiero ripido, ma adatto a tutti, che in venti minuti porta alla linda stazioncina. A proposito: com'è che qui i treni e le stazioni sono in ordine, puliti e del tutto privi di graffiti?
L'Adige entra nella conca di Merano. Il Waal si snoda appena sopra il
fondovalle con vista verso la cittadina di Merano e la collina di Tirolo.
Vedi le altre foto in Picasa Web Album.
Il giretto è durato un'ora e mezzo; ci sarebbe stato tutto il tempo per ar-rivare fino a Lana, dove il lungo Marlinger Waal termina, e da lì tornare al parcheggio di Tell con i bus della rete urbana di Merano.
Scarica traccia GPS da Every Trail.
Però, visto che questa è la prima gita dopo l'intervento alla spalla che mi ha tenuto fermo per mesi, ho preferito non strafare.
E così per tornare a Tell abbiamo preso la ferrovia della Venosta, cosa che in realtà preferisco.
Conto di completare il Waal con il tratto che porta a Lana in autunno, tempo di uva e di vendemmia...
Come arrivare: passata Merano e anche Foresta-Forst (dove c'è la fabbrica di birra) si prosegue per qualche chilometro fino all'impianto idroelettrico di Tell, dove si lascia l'auto. Il sentiero inizia proprio dal parcheggio. escursioni_estive
Come tornare: scesi dal Waal alla stazioncina di Marlengo si prende il treno per Malles e si scende a Tell-Töl, che è la prima fermata. Il parcheggio dista mezzo chilometro.
Lo si percorre seguendo la pista ciclabile che scende a Merano.

3 commenti:

  1. Non sapevo della tua spalla! Buona completa guarigione e buoni monti da qui a breve :)

    RispondiElimina
  2. Parlarne prima portava sfiga. Adesso so che tutto è andato bene. Sono il felice possessore di una nuova articolazione completa, in titanio e polietilene, che sembra aver sistemato la cosa (esiti tardivi di un volo giovanile in montagna). Da te tutto bene, vero?

    RispondiElimina
  3. Porta sfiga anche fare gli auguri, quindi mi astengo ;)

    Da me tutto bene, tempo e tempi a parte. Pare però che almeno il primo si stia sistemando.

    RispondiElimina