sabato 2 novembre 2013

Sul Monte Cengello da Conseria (Lagorai)

Lunga e varia escursione ad anello che comprende la salita su uno dei profili più belli del gruppo di Cima d'Asta.
Dalla cima sassosa e erbosa del Monte Cengello (dopo esserci arrivati) si gode una magnifica vista aperta sui Lagorai centrali.

La Forcella delle Buse Todesche, dove il percorso cambia versante, qui ripresa
dal lato che si apre verso Malga Conseria e i Lagorai occidentali.
Vedi le altre foto in Picasa Web Album.
Scarica la traccia GPS da Every Trail.
Questo giro utilizza la Forcella delle Buse Todesche per passare da un versante all'altro (e così cambiare completamente i panorami).
E' un percorso molto vario e ricco di mete intermedie: il Baito Cengello, le Buse Todesche e la omonima forcella, la doppia cima del Cengello, il ricovero Tenente Cecchin, il Baito Lasteati.
Tanto che verso la fine ho lasciato perdere Forcella Magna (di per sè meritevole) e perfino i Laghetti di Lasteati, appena sfiorati al rientro.
La meta del giorno viene anche chiamata, con qualche esagera-zione, "il Cervino dei Lagorai" ma è anche vero che il suo profilo, come lo si vede salendo da Malga Conseria, non è affatto banale.
La salita a questo corno roccioso di 2.439 metri, a prima vista inattaccabile, avviene dall'unico lato debole, ovvero il versante nord, dove un erto passaggio sassoso permette di superare il muro che circonda quasi completamente la cima.
I resti di guerra aiutano a trovare la via, ma bisogna fare affidamento all'istinto perchè il percorso non è segnato.
Ma il punto di forza dell'escursione, oltre che nella sua varietà, sta senz'altro nei panorami. Questa, almeno, è la mia impressione, ma va detto che fortunatamente la giornata era serena...
Quote e dislivelli: escursioni_estive escursioni_Lagorai
Quota partenza/arrivo: m 1.468 (Ponte Conseria)
Quota massima: m 2.439 (Monte Cengello)
Dislivello assoluto: m 971
Dislivello cumulativo in salita: m 1.333
Dislivello cumulativo in discesa: m 1.325
Lunghezza con altitudini: 20 chilometri
Tempo totale netto: 7:15 ore
Difficoltà: E (EE la salita al Cengello)


Descrizione del percorso:
Lasciata l'auto ai parcheggi di Ponte Conseria (m 1.468) si imbocca il sentiero SAT  326 che ci porta al rifugio Malga Conseria (m 1.848). Poco oltre lo si abbandona per prendere sulla destra (tabelle) il sentiero che (transitando dal Baito Cengello) ci accompagna fino alle Buse Todesche, dove si innesta (tabella) sul sentiero SAT 360 che sale alla Forcella delle Buse Todesche (m 2.309). Si scende sul versante della Val Vendrame dove quasi subito s'incontra il sentiero SAT 373 (Alta Viadel Granito) che si segue verso sinistra giungendo quasi subito al bivio (tabella) col sentiero che che scende verso Malga Sorgazza. In questo brevissiom tratto 373 e 360 si sovrappongono, creando forse qualche confusione. Il 373 prosegue in quota sotto la Tombola Nera, il Monte Fumo (praticamente l'anticima meridionale del Cengello) e il Cengello stesso.
La deviazione verso le due cime del Cengello non è segnata. La foto fornisce
qualche indicazione. Tenere presente i 5-6 gradini della scala ex-WW1.
Per salire le due cime si abbandona il 373 a quota 2.300 circa in corrispondenza di una scaletta di cinque-sei gradini. Si sale a sinistra dapprima ripidamente per qualche metro poi seguendo vaghe tracce che tagliano il pendio verso sinistra giungendo in breve all'anticima (Monte Fumo, m 2.401).
Tornati indietro fin dove la traccia si getta decisamente verso le scalette (vedi sopra) si sale brevemente sulla propria sinistra scavalcando verso il versante nord del Cengello, l'unico affrontabile, che si risale con percorso libero fra vaghe tracce e resti di camminamenti di guerra fino al cupolone sommitale (m. 2.439).
Ridiscesi alle scalette di guerra si riprende il 373 che giunge in breve al ricovero Tenente Cecchin e appena dopo al Baito Cengello.
Anzichè scendere a Forcella Magna, ho tagliato "ad occhio" verso il sentiero SAT 326 che, transitando dai Laghetti di Lasteati, scende a Passo Cinque Croci (m 2.020). Dal passo in breve si scende fra i prati al rifugio Malga Conseria (m 1.848) e poi a Ponte Conseria (m 1.468).

Come arrivare:
Da Trento seguire le indicazioni per Padova (SS 47) e percorrere la statale fino all'uscita di Strigno. Dal paese prendere per il Rifugio/Ristorante Crucolo: oltrepassato il rifugio, arrivare fino alla fine della strada in località Ponte Conseria (parcheggi).

5 commenti:

  1. Fausto, non funzia il link al Picasa web album in calce alla foto. (anzi, non trovo proprio la gallery sul tuo Picasa :O)
    bella tonda, peraltro. Posti che conosco a memoria. Un po' che non ci torno in lagorai, devo metterci pezza

    RispondiElimina
  2. Maledizione, continuo a dimenticarmi di settare "visibilità pubblica". Grazie per la segnalazione!

    RispondiElimina
  3. oh, bene, vado a guardarmi le foto! :)

    RispondiElimina
  4. Benebene. Tu non metti più niente di giri e giretti?

    RispondiElimina
  5. mah, Cipputi, mi pare che di giri e giretti sia un po' pieno il web. O si trova un taglio diverso o mi pare non serva un altro archivio di gite. Certo che non è facile trovare altro da dire, senza sparar cazzate, inesattezze, banalità, semplificazioni, etc etc E un post documentato e interessante prende tempo, attenzione, cura.
    E' uno dei motivi per i quali, a mio avviso, il rapporto fra segnale e rumore nel web è a favore del secondo e chi produce contenuti sono molti meno di quanti li rimbalzino di qui e di là. (senza, spesso, nemmeno controllarne la qualità).
    Nonostante ciò, viva la rete :)

    RispondiElimina