lunedì 11 dicembre 2017

Da Malles a Sluderno lungo le vene d'acqua

Camminare a fianco degli antichi Waale venostani è un'esperienza forse unica. Arrivare e ripartire col treno è altrettanto inconsueto. Le due cose insieme sono una cosa rara.
Leitenwaal e Berkwaal a Sluderno
Un'ariosa veduta dell'alta Val Venosta: l'ampia conca di Glorenza è posta all'imbocco della Val Monastero (che porta alla Svizzera protestante) ed è sovrastata dai pini della collinetta di Tarces (con la sua chiesetta medioevale). Sulla sinistra la città murata di Glorenza e sulla destra i tre campanili di Tarces, Laudes e Malles, con sullo sfondo la valle di Slingia, sovrastata dalla piramide rocciosa del Piz Sesvenna. Ancora più a destra, si distingue la macchia bianca dell'abbazia benedettina di Montemaria, sorta come avamposto cattolico contro il mondo protestante della Svizzera calvinista.
Leitenwaal
Il Leitenwaal, uno dei due Waale che, alimentati dal Saldurbach, scorrono in destra
e in sinistra orografica della Matscher Tal/Val di Mazia, sopra il centro di Sluderno.
Oltre al Griggwaal (intubato) altri due Waale servono ancora oggi le cotivazioni del-
la zona: il Quaderwaal e il Ebnetwaal.
Vedi le altre foto in Google Photo.
GPS Leitenwaal e Berkwaal a Sluderno
La ferrovia della Val Venosta termina a Malles (dove scendiamo). Alla fine del giro
la si riprende alla stazione di Sluderno.
Scarica la traccia GPS da Wikiloc.
In alta Venosta si può fare, anche se molti tratti degli antichi canali di irrigazione sono stati tombati, cioè interrati. Infatti se ne trova ancora traccia sotto forma di percorsi e sentieri. Bisogna però armarsi di pazienza, e saper distinguere tra i nomi inventati dalle Aziente Turistiche e quelli originari: a Malles paese l'antico Mitterwaal (Waal di mezzo) è stato appunto "tombato" ad opera della stradina campestre Matscherweg (Via di Mazia) a sua volta sovrapposta al Sonnenberg (Sentiero del Sole) e raccapezzarcisi non è così semplice. Ma è solo un esempio.
Le due attrattive dell'escursione sono il Leitenwaal e il Berkwaal, i due canali d'acqua alimentati dal torrente Saldurbach/Saldura, a monte di Sluderno.
Li percorriamo entrambi. Arrivando da Malles ci immettiamo sul Leintenwaal e lo risaliamo fino allo "snodo" del Rio Saldura, dove ci infiliamo lungo il Berkwaal che ci porta fin sopra il Castel Coira, praticamente a Sluderno.
Ancora quattro passi e siamo alla stazione della ferrovia venostana, dove possiamo risalire in treno.


Quote e dislivelli (dati del GPS):
Quota di partenza: m 1.007 (stazione ferroviaria Malles)
Quota di arrivo: m 918 (stazione ferroviaria Sluderno)
Quota massima raggiunta: m 1.282
Guadagno assoluto: m 275
Dislivello cumulativo in salita: m 450 circa
Dislivello cumulativo in discesa: m 550 circa
Lunghezza con altitudini: km 11,8
Tempo totale netto: ore 2:45
Difficoltà: E

Descrizione del percorso: la traccia GPS toglie ogni problema di orientamento e rende superflua la descrizione dettagliata. 

Come arrivare: il treno della ferrovia della Val Venosta, che collega Merano con Malles, ferma anche a Sluderno.
Il Leitenwaal si snoda lungo il versante destro orografico della Matscher Tal/Val di Mazia. Arrivato sopra il paese di Sluderno, prende ad Ovest dirigendosi verso Malles. Noi lo percorriamo in salita. La lunghezza originaria (6 chilometri) è oggi ridotta a 3. La presa d'acqua dal Rio Saldura si trova a 1.200 metri di quota. E' tutt'ora in servizio fino alla stazione di imbocco della rete di irrigazione dei frutteti sopra Castel Coira. La portata attuale è di 40 litri al secondo (in origine, quando la rete era a scorrimento era di80 l/s). Le acque del Leitenwaal irrigano una superficie coltivata di 31 ettari.
Berkwaal Sluderno
Un suggestivo tratto del Berkwaal, l'altro Waal che parte da sopra Sluderno e, in sinistra orografica della Matscher Tal/Val di Mazia, scende invece verso Est. Oggi è lungo 3 chilometri (in origine erano 7) e la presa d'acqua è sempre in Val di Mazia, nello stesso punto del Leitenwaal, a 1.200 metri di quota. Dal 1984 termina presso il maso Vernal a 1.132 metri di quota. E' collegato anch'esso alla retedi irrigazione. Ha una portata di 85-125 litri al secondo (in origine erano 300 l/s). Le sue acque irrigano 184 ettari di campagna. Parallelamente al Berkwaal ci sono altri due canali vicini: il Gschneier (in gran parte intubato) e il Quair (fuori uso).

Nessun commento:

Posta un commento