martedì 29 ottobre 2013

Il Peller d'autunno (dal bivacco Iuffmann)

Chiuso il rifugio e passato il casino estivo, il piccolo bivacco in legno che affianca il rifugio Peller da il meglio di sè.
Croce del Peller
Dalla cima del Monte Peller: vista sul Pian della Nana.
Pur essendo una costruzione separata, fa le funzioni di locale invernale.
Facciamo base lì (il parcheggio auto è a dieci minuti) e ci dedichiamo ad una cena fin troppo elaborata mentre il pomeriggio diventa sera.
Al mattino Bruno ed io saliamo al Peller, Gigi e Paolo si dedicano, con calma, alla preparazione del pranzo.
locale invernale del rifugio Peller
Il bivacco Iuffmann, completamente in legno, è dotato di stufa a legna.
Vedi le altre foto in Picasa Web Album.
La notte non ha portato ghiaccio, la poca neve è bagnata e in complesso il salto boscoso e roccioso che porta sul cupolone sommitale non ci fa penare. Siamo su in fretta, il panorama cambia e sembra di essere veramente in inverno, ma la brezza non è gelida e anche qui la neve è molle. In fondo, è ancora autunno.
Prima della globalizzane e della deregulation dei voli aerei il cielo era quasi sempre pulito, anche lungo le rotte principali; oggi le strisciate bianche lasciate dai voli low-cost sono particolarmente numerose.
Scarica la traccia GPS da Every Trail.
Sotto di noi un suggestivo materasso di nuvole.
Molto bella la vista d'infilata sul Pian della Nana, sembra una ripresa dall'elicottero.
Il ritorno è ad anello, passando dalla Croce del Peller.

Quote e dislivelli:
Quota di partenza/arrivo: m 1.990 circa (Biv. Iuffmann)
Quota massima: m 2.320 (Monte
Peller)
Dislivello assoluto: m 318 (dato GPS)
Dislivello cumulativo: m 606
Discesa cumulativa: m 610

Lunghezza con altitudini: 6,2 chilometri
Tempo totale netto: 2:15 ore
Difficoltà: E
Nota: la quota ufficiale del Rif. Peller (m 2.022) è ripetute nelle cartografie escursionistiche ma è sicuramente sovrastimata. La tavoletta IGM 1:25.000 riporta una quota di 1.989 metri in corrispondenza del punto in cui è stato costruito il rifugio, poco a monte della isoipsa di quota 1.975. Il dato mi sembra attendibile, la traccia GPS registrata dal logger riporta una quota (depurata dell'errore sistemico) di 1.990 metri circa.

Descrizione del percorso: escursioni_invernali
Il sentiero SAT 337 risale il crestone nord del Peller ed è assistito da gradini e corde metalliche ottimamente disposte. La discesa dalla cima verso la Croce del Peller avviene su ampie praterie. Il sentiero che scende dalla Croce verso la strada forestale è anch'esso semplice. 

Nessun commento:

Posta un commento