mercoledì 8 luglio 2009

Bivacco Bocca Cunella

Punto d'appoggio per escursionisti di buona gamba.
Questo bel bivacco della SAT consta di un locale isolato con lamiera rivestita in
muratura. Dispone di quattro posti letto ed è provvisto di fornello a gas, panche,
mensole e tavolo. E' una variante in muratura del tipo Apollonio.
Questo bel bivacco della SAT è situato nel gruppo dell'Adamello.
Sorge in zona isolata a nord-est della Bocca della Cunella, in Val Stracciola, passaggio escursionistico fra la Val di S. Valentino e la Val di Breguzzo, nell'Adamello meridionale.
Costituisce un ricovero utile a quanti transitano sulla dorsale che dal Monte Cengledino culmina nel Cop di Casa (ora percorsa da un sentiero alpinistico di notevole impegno).
Per arrivarci abbiamo risalito in auto la Valle di San Valentino fino al Rifugio Gork (in realtà un bar situato a quota 1.175).
Il Brenta dalle vicinanze del bivacco.
Dai pressi del bar abbiamo preso una pista appena visibile fino alla Malga Geredol (m 1.686) e da qui lungo sentiero non segnato fino al Bivacco (m 2.350) in 4:15 ore. 
Per ridiscendere abbiamo seguito il sentiero "G.B. Cova 255" che scavalca il Coston della Valletta tramite la bocchetta posta quota 2.300 circa (attenzione all'orientamento). Il sentiero in questione collega malga Cengledino sui monti di Tione con il rifugio Care' Alto.
Per scendere al quadrivio della SAT (segnali) bisogna percorre un tratto attrezzato, un po' delicato ma mai veramente difficile.
Giunti ormai in un fondovalle, da qui in poi il percorso di rientro  è privo di difficoltà. 
Si snoda lungo uno scomodo sentiero in discesa fino al Gork. 5,30 ore dal bivacco.

Nessun commento:

Posta un commento